Come iniziare a minare Ethereum

Sono sempre stato un “entusiasta tecnologico” e quasi per gioco ho cominciato a Minare Ethereum. Ora ho un po’ di “minatori” in casa e ho deciso di farvi vedere quali sono i primi passi per iniziare a minare Ethereum.

Nelle ultime settimane ho già dedicato qualche video e qualche articolo all’argomento, vi invito a guardare i video e a leggere gli articoli. Infatti per capire meglio quello che sto facendo dovete avere un’ infarinatura generale sull’argomento. Dal canto mio vi linko tutto e cerco di spiegarvi passo passo quello che ho fatto e perché l’ho fatto in questo modo.

Iniziare a minare Ethereum.

Io ho iniziato a minare subito con un RIG, una macchina disegnata apposta per minare che presenta delle differenze specifiche rispetto a un computer normale. Il RIG è costituito da alcune barre di metallo dove vanno appoggiate le schede grafiche e da una base dove si appoggia la scheda madre con i trasformatori di corrente. Di solito le componenti stanno su due piani diversi per fare in modo che passi più aria possibile.

Il Rig non ha bisogno di avere un super processore e una memoria super performante infatti il lavoro, i calcoli, sono effettuati esclusivamente dalle schede grafiche. Il RIG ha invece bisogno di tanta energia e di tante interfacce PCI. Sulle diverse interfacce PCI verranno attaccate le schede grafiche. E il ruolo dei trasformatori, di solito sono 2, è di dare la corrente alla scheda Madre e a tutte le schede Grafiche. Nell’immagine qui sotto potete vedere un RIG che mi sono fatto a partire da uno scaffale.

Vi spiegherò come costruire i RIG nei prossimi articoli, nel frattempo nel paragrafo dopo vi faccio vedere come si adatta un computer vecchio per iniziare a minare ethereum.

Iniziare a minare Ethereum con un computer vecchio.

Avevo bisogno per testare le singole schede grafiche prima di metterle sul RIG di fare una macchina per prova. Questo computer mi servirà per testare anche le schede che danno problemi sul RIG. Da qui in poi vi spiegherò come ho scelto il computer e come l’ho trasformato in un piccolo minatore.

Ho scelto il computer in base al fatto che avesse una PCI compatibile con le schede grafiche di ultima generazione. Almeno una PCI, se ne ha di più potete attaccargli più schede. Chiaramente devono essere tutte compatibili.

Del processore e della memoria me ne sono abbastanza fregato tanto non intervengono nei processi di calcolo che servono per minare.

Ho dovuto prendere un rider, che serve per allungare l’interfaccia PCI in modo da collocare le schede grafiche in maniera un po’ più comoda.

Ho comprato un disco fisso stato solido SATA 3 per installare il sistema operativo, il computer vecchio era sprovvisto di disco fisso.

E ho comprato un trasformatore con dei cavi per collegare la scheda grafica. Il computer che ho usato è un Dell OPTILEX 745 con Intel CORE DUO 1066 MHZ 2GB SDRAM DDR2.

Il software per minare

Si può minare sia con Windows che con Linux. Visto che le macchine che dedichiamo ai calcoli fanno esclusivamente quello e che con Windows ci sono sempre problemi ho deciso di usare Linux.

Per minare con Linux usate questo software gratuito.